Domande e risposte

25.    Voglio provare a riprodurre i discus, cosa mi consigliate di fare?

  • E’ necessario allestire una vasca da almeno 100 litri e priva di arredo. Consigliamo di acquistare 5-6 giovani individui di 3-4 mesi. Tra questo gruppetto certamente si formerà con il tempo, una coppia. A seconda delle varietà di discus possono trascorrere dagli 8 ai 12 mesi. Non appena ciò accade lasciate nella vasca solo la coppia e date il via alle riproduzioni.

26.    Che cos’è la “peste” del discus?

  • Si tratta di un nome che venne dato a una sindrome che colpiva (e in alcuni casi colpisce ancora) i pesci di provenienza prevalente asiatica. La causa può essere di due tipi o batterica (in questi casi ci troviamo di fronte alla “falsa peste”) o virale. La “falsa peste” è un tipico cross batterico che si può avere unendo dei pesci di diversa provenienza. Accade che i due ceppi sono privi delle difese immunitarie specifiche per i batteri provenienti dall’altro ceppo. Ciò scatena un forte attacco batterico che si manifesta con scurimento, apatia e ipersecrezione di muco. In questi casi gli individui adulti tendono a superare meglio l’attacco rispetto a quelli giovani. Una volta che il sistema immunitario secondario genera antigeni specifici i pesci guariscono completamente. La vera “peste” è generata da un virus specie specifico che attacca i discus non immunizzati. In entrambi i casi, spesso i soggetti muoiono più  a causa degli agenti patogeni primari che di quelli secondari.

27.    Quali malattie sono le più comuni in questa famiglia?

  • In generale i discus sono particolarmente soggetti alle batteriosi, per questo motivo è sempre necessario allevarli in un ambiente con un basso carico batterico ed evitare sempre l’introduzione di nuovi soggetti senza una attenta quarantena (vd. articolo Discuspassion.net ). Come ectoparassiti sono frequenti i Dactylogyrus e i Gyrodactylus (vermi della pelle e delle branchie), la Tricodina e la Costia. Come endoparassiti i flagellati intestinali (Protoopalina, Hexamita, Spiironucleus etc.) e i vermi intestinali (Capillaria, e tenie).

28.    Da dove provengono i discus originariamente?

  • La famiglia dei Discus, Symphysodon, è originaria del bacino del Rio delle Amazzoni. Un’ ottima lettura che parla dei discus in natura e del loro ambiente naturale è “Discus” di Heiko Bleher: un libro che assolutamente consiglio.
29.    Le colorazioni presenti nei negozi sono presenti anche in natura?
  • La maggior parte delle colorazioni presenti nei negozi sono frutto di selezioni in cattività. I primi a selezionare varietà particolari di discus furono i tedeschi seguiti poi da Americani e Asiatici.

30.    Ho una coppia di discus: lui è un Pigeon lei è un Turchese. Di che colore saranno i piccoli?

  • Non è facile poter prevedere che tipo di colorazione possano avere i piccoli. Sarebbe necessario conoscerne la genealogia e la genetica dei soggetti: ciò, in ogni caso, potrebbe anche non essere sufficiente poiché questi pesci hanno un’ elevatissima variabilità genetica (ciò è dimostrato dalle innumerevoli varietà selezionate negli anni). Di grande aiuto, per poter iniziare a selezionare questi pesci, può essere il libro di Francesco De Nitto “Trophy Discus”.

discus breeding allevamento italiano sg sassi greco magazine trophy discus


31.    Ho dei discus Pigeon che hanno dei piccoli punti neri sul corpo. Cosa sono?

 

  • Si tratta di melanofori: sono cellule della “pelle” specializzate nella colorazione o per meglio dire nello “scurire il pesce”. Erano molto presenti nelle prime selezioni di Pigeon; ora la totale assenza garantisce la qualità di questa varietà.
32.    I miei discus hanno gli occhi opachi. Cosa sta succedendo?

  • La maggior parte delle volte si tratta di un abbassamento repentino del pH che “brucia” le parti più delicate degli occhi. In questi casi è necessario effettuare la misurazione dei principali parametri chimici, in particolar modo del pH e del KH. Infatti valori di KH bassi o nulli possono portare a degli improvvisi sbalzi di pH: tipici nelle vasche dei discus dove i processi di nitrificazione sono elevati.

33.    Alcuni dei miei discus emettono delle feci bianche e mucillaginose, che succede?

  • E’ un tipico sintomo di malessere dei discus. I pesci che non si alimentano emettono queste feci biancastre e mucillaginose: la causa è quasi sempre da ricercare in problemi intestinali causati da un ipersviluppo di flagellati, oppure da vermi. Nel primo caso spesso la causa sorge da una cattiva gestione della vasca: valori chimici inadatti, acqua sporca, aggressività intra o interspecifica, tutti fattori che devono essere risolti per eliminare definitivamente il problema.

34.    Ho i discus che respirano forte, cosa devo fare?

  • Per prima cosa verificare i valori dei principali parametri chimici, in special modo nitriti e ossigeno. Se questi fossero inadatti è necessario intervenire il più rapidamente possibile. Anche attacchi di parassiti branchiali, come Dactylogyrus, possono portare a questo fenomeno: in questo caso è necessario effettuare un trattamento specifico.

35.    E’ vero che i Blu Diamond sono più aggressivi delle altre varietà di discus?

  • No i Blue Diamond non sono specificatamente più aggressivi rispetto alle altre varietà. Non avendo le Stree Bar non possono manifestare la loro sudditanza nei confronti del soggetto dominante, pertanto sono più soggetti a subire attacchi e quindi più costretti a difendersi.

SGDiscus.com © Tutti i diritti riservati

È assolutamente vietata la riproduzione, anche solamente parziale, delle illustrazioni, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso dell’autore.

 

Comments

Questo post è disponibile anche in: Italian

1 2 3

Leave a Reply