Domande e risposte

13.    I miei discus presentano delle linee verticali cosa sono?
  • Sono le “stress bar” caratteristiche della maggior parte delle varietà di questa famiglia. Spesso vengono messe in evidenza dai soggetti sottomessi o in quelli non in perfetta salute. In alcune varietà di allevamento non sono presenti: Pigeon, Blue Diamond, White Snow, etc.

14.    I mei discus si picchiano sempre, come posso fare?

  • La cosa migliore sarebbe quella di dividere i soggetti. Se ciò risulta impossibile si può tentare di ripristinare la tranquillità cambiando l’arredo della vasca, spostando i legni ed eliminando i punti di riferimento del soggetto dominante. In questo modo non riconoscerà più proprio il territorio e calmerà la propria aggressività.
15.    Uno dei miei discus ha smesso di mangiare cosa devo fare?
  • Per prima cosa è importante valutare la condizione dei principali parametri chimici. Poi passiamo ad analizzare il soggetto, o i soggetti anoressici, verificando se presentano qualche sintomatologia esterna. Tutti questi dati sono fondamentali per una diagnosi il più possibile certa. In generale, se siamo di fronte a un lieve malessere, spesso è di buon aiuto incrementare la temperatura dell’acqua (incrementando anche l’ossigenazione) e stimolare i soggetti con alimenti appetitosi.

16.    Ho l’acquario di discus pieno di piccoli vermi bianchi, cosa sono?

  • Non si tratta certamente di parassiti dei pesci bensì di nematodi che normalmente si sviluppano in tutti gli ecosistemi acquatici. Se in vasca non ci sono dei predatori attivi  possono crescere in sovra-numero (i discus adulti non riescono a mangiarli). In questi casi è sufficiente introdurre qualche piccolo pesce (dei Caracidi o dei Corydoras per esempio) o dei Loricaridi che ne mantengono sotto controllo la popolazione.

17.    I miei discus sono ricoperti da una patina biancastra, cosa sta succedendo?

  • Si tratta certamente di una iper-secrezione di muco. Questo fenomeno è generato da una sorta di auto-difesa del pesce da parassiti o da problemi ambientali. Quindi, per prima cosa, come sempre, effettuiamo un controllo dei principali parametri chimici dell’acqua (spesso valori di pH basso generano questo inconveniente). Se questi risultassero corretti si può pensare a una ectoparassitosi. In questi casi per effettuare un trattamento efficace è necessario individuare l’agente patogeno primario. Quindi si effettua uno striscio della pelle che verrà analizzato al microscopio ottico; individuato il parassita si potrà procedere ad effettuare il corretto trattamento.

18.    Cosa devo fare se vedo che i miei discus stanno male o hanno un comportamento anomalo?

  • Per prima cosa bisogna analizzare i principali parametri dell’acqua. La maggior parte delle volte un pH troppo basso o carenze di ossigeno sono le cause di questi problemi. Solo escludendo questi inconvenienti si può iniziare a pensare di effettuare una diagnosi legata a patologie.

19.    Come fare a riconoscere il sesso nei discus?

  • Il discus non presenta un evidente dimorfismo sessuale. Solo in alcune varietà a base rossa come i Red Rose o i Red Melon le femmine risultano, fin da giovani, avere una colorazione di base più rossastra. Il momento in cui è facile poter valutare il sesso di questi pesci è durante la fase di accoppiamento: i maschi presentano la parte estroflessa dell’organo genitale a forma di cono con la punta rivolta verso la testa; le femmine hanno questa parte a forma di tronco di cono con il vertice rivolto verso la coda.

20.    Se depongono le uova nel mio acquario cosa posso fare?

  • In un acquario di comunità è quasi impossibile riuscire a portare a termine la riproduzione di questo bellissimo pesce. Troppi fattori sono negativi affinché le uova si possano schiudere e i genitori possano allevare la prole. In questi casi è necessario allestire una vasca specifica per la riproduzione.

21.    E’ vero che i discus “a sangue” Pigeon non allevano i piccoli?

  • Spesso si sente dire che questi discus non sono in grado di accrescere i piccoli poiché non producono una quantità sufficiente di muco: ma questa è una delle tante leggende metropolitane. In effetti, questi discus, producono muco come tutti gli altri, il problema sta nel fatto che, non avendo (o avendoli in bassa quantità) melanofori, non sono in grado di scurirsi a tal punto da poter attirare la prole durante le prime ore di nuoto libero. Infatti, durante questa delicata fase, i giovani discus sono attirati esclusivamente dagli oggetti scuri e poiché i genitori restano “chiari” questi si disperdono all’interno della vasca senza trovare il corretto nutrimento.

22.    E’ vero che i discus “allattano” i piccoli?

  • E’ vero che i discus alimentano la prole durante le prime fasi di vita, ma non si tratta di un vero e proprio “latte” bensì di uno speciale muco, composto da polisaccaridi, che i genitori emettono dal corpo sul quale i piccoli banchettano liberamente.

23.    Come devo alimentare i piccoli dei miei discus?

  • Dopo 4-5 giorni di nuoto libero, durante il quale si alimentano del muco dei genitori, si inizia a somministrare naupli di artemia salina appena schiusi almeno tre-quattro volte al dì. I piccoli devono avere sempre la pancia bella “piena” di cibo. Al 15°-20° giorno si può iniziare a somministrare loro un alimento in microgranuli.

24.    E’ meglio acquistare individui giovani o adulti?

  • Gli individui giovani sono più adattabili rispetto agli adulti. Perciò è sempre meglio acquistare degli esemplari giovani di 3-4 mesi.
Comments

Questo post è disponibile anche in: Italian

1 2 3

Leave a Reply