Riconoscerli da piccoli….

Riconoscerli da piccoli…

Questo breve articolo vuole essere una guida per poter riconoscere le diverse varietà di colore dei Discus fin dalla loro più tenera età.

 

Le foto seguenti le abbiamo scattate in avannotteria, per cui ci scusiamo per la qualità non proprio eccellente. Sono particolarmente significative poiché mostrano come sia possibile riconoscere le varietà alle quali appartengono gli avannotti già a meno di un mese di età. Anzi proprio a quest’età possiamo notare alcune caratteristiche che ci aiutano a riconoscere le diverse varietà e che invece, con il tempo e la comparsa della livrea giovanile, scompariranno.
Iniziamo con la varietà Turchese Rosso (foto sotto) che è caratterizzata da nove barre verticali evidenti di colore scuro, la prima e l’ultima molto più nere. Il corpo è marrone e può mostrare più o meno iridescenze. L’occhio inizia a presentare le prime macchie rossastre.
A circa un mese di età non possiamo valutare a quale varietà cromatica del gruppo dei Turchesi Rossi facciano parte i nostri avannotti, a meno di non conoscere profondamente la genealogia dei loro genitori (… e talvolta si sbaglia comunque!!!!). Di certo apparteranno a quel gruppo che spesso viene definito “Brown base”.

Turchese Rosso

Turchese Rosso

Nei Turchesi Cobalto (foto sotto) abbiamo, come prima, la presenza delle nove barre con la prima e l’ultima più evidenti, ma la base è quasi marmorizzata: di solito più blue è presente, più da adulti i soggetti tenderanno a diventare di colorazione blue solida. Le pinne anale e dorsale presentano il disegno tipico della varietà. La base è marrone e l’occhio rossastro.

Turchese Cobalto

Come terza varietà Blue abbiamo i Blue Diamond (…scusate la foto sotto !!!) sono caratterizzati dalla totale assenza delle nove barre verticali, essendo dei “bareless” (dall’inglese “senza barre”). Inoltre le pinne dorsale e anale sono prive di disegno (appaiono blu solido). Il corpo è molto iridescente. Queste caratteristiche sono già molto visibili dalla più tenera età e li differenziano totalmente dalle varietà precedenti. La base è sempre marrone e l’occhio inizia a mostrare delle parti rossastre.

Da adulti un Cobalto molto solido e un Blue Diamond possono sembrare uguali. Ma da piccoli, quando la livrea definitiva non copre ancora tutto il corpo, sono nettamente diversi!!!

Blue Diamond

Diamo un’occhiata ai Pigeon. Come vedrete non si differenziano molto dalle varietà precedentemente descritte se non per un fondamentale elemento: la base giallo-arancio oramai riconosciuta da tutti come “base Pigeon”. Questa caratteristica è stata selezionata in cattività e nasce dalla mancanza di alcuni cromatofori nell’epitelio e nel derma degli animali che appartengono a questa varietà. A causa di questa mancanza il blue diventa bianco. Nella prima foto (fatta con il flash) ben si evidenzia il colore di base molto diverso dalle varietà cromatiche precedenti.
Sono presenti anche le nove barre verticali (ben chiare nella seconda foto fatta senza flash) con la prima e l’ultima più evidenti (a loro modo!!!). L’occhio è rossastro.

Pigeon

Pigeon

Vi ricordate quanto detto prima sui Turchesi Cobalto? La loro descrizione si può paragonare a quella dei White Pigeon, a seconda dell’intensità e della copertura del bianco chiamati anche White Stripes Pigeon o White Butterfly. Anche in questa varietà troviamo la stessa marmorizzazione dei Cobalto, molto visibile nella seconda foto sotto, fatta appositamente senza flash. Sono inoltre presenti le nove barre verticali anche se un po’ più difficili da scorgere. L’occhio è rossastro.

White Pigeon

White Pigeon

Infine la varietà Pigeon-White Diamond corrisponde alla varietà Turchese-Blue Diamond, dove in pratica il bianco si sostituisce al blue. Ha tutte le caratteristiche di un Blue Diamond tranne che la base Pigeon.

Dunque: è priva di barre verticali, le pinne anale e dorsale presentano una colorazione uniforme, l’occhio è rossastro e ha una grande iridescenza.

White Diamond

White Diamond

Per ora hanno molto poco di Red (rosso) ma quelli mostrati nelle foto sotto sono proprio White & Red. Quello che li identifica da piccoli è la base molto chiara che va dal grigio (prima foto) al bianco (seconda foto) e l’occhio molto bianco. Hanno una presenza in negativo delle barre verticali spesso in un numero indefinito.

White & Red

White & Red (in alto)

In ultimo il Red Melon. La caratteristica di questo avannotto è che pur essendo un “bareless” (dall’inglese “senza barre”) ha la presenza di una zona scura, simile alle barre verticali, sulla testa e nella parte basale della coda. Questo carattere li differenzia notevolmente dai White Diamond. Per il resto presenta una base giallo-arancio e un occhio tendente al rosso.

Red Melon con naupli di Artemia Salina

 

 

Comments